HomeNewsEcco perché Andrew Cuomo non si correrà mai alla presidenza

Ecco perché Andrew Cuomo non si correrà mai alla presidenza

Il governatore di New York Andrew Cuomo tiene una conferenza stampa al National Press Club 27 maggio 2020 a Washington, DCChip Somodevilla/Getty Images

Mentre la pandemia di coronavirus continua a sconvolgere la vita quotidiana in tutto il mondo, numerosi attori chiave sono emersi nella lotta per frenare e contenere questa epidemia. Il governatore di New York Andrew Cuomo, per esempio, ha guidato l’accusa insieme ai suoi alleati tri-stati nel loro sforzo per ridurre il ricovero in ospedale e i tassi di infezione. Eppure, mentre Cuomo si è posizionato come un leader innegabile nella battaglia contro COVID-19, questo alto funzionario non ha intenzione di diventare il leader del mondo libero. Nonostante le speculazioni che un giorno potrebbe correre per la presidenza degli Stati Uniti, Cuomo non ha alcun desiderio di perseguire il ruolo.

Parlando con suo fratello minore Chris Cuomo, Andrew ha detto al giornalista della CNN che non ha mai intrattenuto il pensiero di candidarsi alla presidenza. “Lascia che ti chieda una cosa”, ha chiesto Chris nel suo programma di notizie serale della CNN Cuomo Prime Time. “Con tutta questa adulazione che stai ottenendo per fare il tuo lavoro, stai pensando di candidarti alla presidenza? Dillo al pubblico. Andrew poi rispose con un costante “No”.
“No, non risponderà?” Chris ha chiesto. “No, io risposi,” aggiunse Andrew. “La risposta è ‘No.’ ho risposto alla domanda.” Chris continuò a premere su suo fratello, chiedendo ad Andrew se avesse mai pensato o se fosse aperto alla possibilità, ma il governatore negò ripetutamente questa prospettiva. Nonostante le sue proteste, tuttavia, Andrew rimane uno dei più grandi contendenti del partito democratico – e i leader del partito sperano che l’attuale leadership americana lo ispirerà a perseguire la Casa Bianca un giorno.

Andrew Cuomo ha appoggiato Joe Biden come presidente

Il governatore di New York Andrew Cuomo; ex vicepresidente Joe BidenSteven Ferdman, Drew Angerer/Getty Images

Come funzionario di seconda generazione, il governatore di New York Andrew Cuomo seguì le orme di suo padre Mario Cuomo quando fu eletto alla più alta carica dello Stato di New York. E, proprio come suo padre, Andrew non ha alcun desiderio di perseguire la presidenza, nonostante il fatto che entrambi sono stati visti come i principali contendenti durante il loro tempo in carica. Ma, come ha detto il presidente del Partito Democratico dello Stato di New York Jay Jacobs New York Post, la risposta del coronavirus di Andrew lo ha reso molto importante agli elettori di tutto il paese.

“La sua gestione del coronavirus lo rende un contendente presidenziale”, ha osservato. “La gente è impressionata dal lavoro che sta facendo e lo vede come qualcuno che può guidare il paese… Definisce Andrew Cuomo come un leader forte su cui puoi contare quando i chip sono giù.”
Eppure, mentre gli esperti meditavano sull’idea che Andrew potesse partecipare alla corsa per la presidenza del 2020, è uscito a sostegno dell’ex vice presidente Joe Biden. “Abbiamo bisogno di un leader buono come il nostro popolo, un leader che si appella al meglio dentro di noi, non il peggiore”, ha detto Andrew durante il suo discorso virtuale alla Convention nazionale democratica del 2020. “Un leader che può unificare, non dividere. Un leader che può tirarci su, non abbatterci. Conosco quell’uomo… Quell’uomo è Joe Biden. E, senza alcuna intenzione di unirsi all’ipotetico gabinetto di Biden, sembra che Andrew sia motivato da ciò che crede sia meglio per l’America, non per se stesso.

Related Articles

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

Top