HomeLa vita intricata di Brian Cox (e perché è stato sposato 3 volte)

La vita intricata di Brian Cox (e perché è stato sposato 3 volte)

Brian Cox indossa un ascotJamie McCarthy/Getty Images

Poche persone vogliono sentirsi dire “vaffanculo” eppure, questa è una richiesta regolare per Brian Cox. L’attore veterano è conosciuto dai più come il patriarca spaventosamente potente della serie HBO “Succession”. In effetti, il suo personaggio, Logan Roy, ha usato lo slogan caratteristico più di trenta volte nelle sue prime tre stagioni di “Succession”. Per i fan dello show, purtroppo, l’ultima stagione è iniziata nel 2023. Per Cox, quelle quattro stagioni sono state un semplice contraccolpo nel suo impressionante curriculum, anche se ha ammesso che lo show occupava un posto speciale nel suo cuore. “Ma è solo una tappa lungo la strada. Non è la destinazione, per quanto mi riguarda”, ha detto al New York Times. Mentre Cox ha confessato che potrebbe essere il suo ruolo determinante per la carriera, “ho intenzione di andare avanti a prescindere”. Sembra probabile che Cox continuerà a trovare lavoro, soprattutto perché contemporaneamente si occupava di doppiaggio oltre ad altri progetti collaterali al di fuori di “Succession”. Ad esempio, Cox doveva recitare in un film incentrato sulla Scozia chiamato “Glenrothan”, oltre a sedersi dietro la telecamera. “Spero che dirigerò il mio primo film nella mia grande vecchiaia”, ha detto.

Nei suoi oltre mezzo secolo di recitazione, Cox ha ricevuto riconoscimenti impressionanti. Tuttavia, non è stato immune dal dramma e dalla tragedia anche nella sua vita reale, a partire dalla giovane età. Compresi alcuni passi falsi nelle sue relazioni romantiche, questo è tutto ciò che devi sapere sulla vita intricata di Brian Cox.

Un inizio difficile per Brian Cox

Brian Cox con uno sguardo seriolev radin/Shutterstock

La straordinaria vita di Brian Cox è letteralmente iniziata a grovigli quando è nato nella città costiera di Dundee, in Scozia. “Ero una doppia breccia, a quanto pare, e sono uscito (con) il mio cordone ombelicale intorno al collo. Non c’era niente di molto silenzioso! Sai, un enorme cercatore di attenzioni fin dall’inizio”, ha detto una volta a Radio 4. Secondo l’attore, tutti in sala parto sapevano che un giorno sarebbe diventato una star. “Penso solo di essere nato dal grembo di mia madre come attore, anche la mia nascita è stata drammatica”, ha scherzato. Cox ricorda anche l’euforia “Mio cugino Harry guidava per gli autobus di Dickson, così io e mia madre partivamo all’avventura la domenica mattina… e, come regalo, prendevamo il tè pomeridiano”, ha ricordato Cox al Sunday Times.

Anche dopo essere diventato una grande star di Hollywood, Cox è rimasto in contatto con la sua città natale. “Ammiro sempre di più la città e il coraggio della città, il coraggio del modo in cui le persone si sono rivolte alla città, il che è davvero impressionante”, ha detto a The Herald Scotland. Mostrando amore per la città natale, il corpo studentesco dell’Università di Dundee ha eletto Cox come suo capo amministrativo, o rettore. In questa posizione, ha mostrato la sua influenza assicurandosi una visita al campus del Dalai Lama. Cox conserva ancora la sciarpa donatagli dal religioso durante l’evento.

Brian Cox ha avuto un’infanzia difficile

Brian Cox fissa la telecameraRoy Rochlin/Getty Images

Brian Cox ha interpretato un convincente miliardario nei panni di Logan Roy in “Succession”, volando su jet privati ​​e indossando con disinvoltura abiti lussuosi. Ciò è ancora più sorprendente data la sua educazione tutt’altro che lussuosa. Cox è cresciuto in una famiglia povera. Così povero, infatti, che una volta alla settimana visitava un ristorante locale di fish and chips per raccogliere avanzi di cibo. “Quando le cose andavano davvero male… a volte quella era la nostra cena”, ha detto Cox al Sydney Morning Herald. Come ha affermato categoricamente l’attore, è cresciuto “abbastanza povero. Mio padre aveva un’attività; era un negoziante”. Le cose andavano bene per la famiglia fino a quando non hanno perso quasi tutto a causa di un cattivo investimento di suo padre. “Quando è morto, aveva solo 10 sterline in banca”, ha ammesso Cox. Ciò ha reso persino difficile per Cox e la famiglia tenere la testa fuori dall’acqua, finanziariamente parlando. “Siamo arrivati ​​a un punto in cui mia madre, che aveva una pensione di vedovanza, si è fatta occupare dallo Stato: avremmo finito i soldi”, ha detto.

Fortunatamente per Cox, ha avuto l’ottimismo di un bambino durante la sua educazione. “È stata dura, ma non sapevo nemmeno che fosse dura”, ha confessato al Corriere. È stato solo dopo aver riflettuto a scrivere un libro di memorie che si è reso conto di quanto la sua famiglia avesse difficoltà con i soldi. Inoltre, dice che la lotta gli ha dato carattere. “Le persone che non conoscono la povertà non hanno vissuto, francamente”, ha detto Cox a The Guardian.

Una tragedia familiare per Brian Cox

Brian Cox con la testa inclinata verso il bassoFeatureflash Agenzia fotografica/Shutterstock

Brian Cox era abituato ad avere molte persone in casa perché era uno dei cinque figli, insieme a sua madre e suo padre. Eppure, purtroppo, il padre di Cox è morto di cancro quando il bambino aveva solo 8 anni. Sebbene non abbia trascorso molto tempo con suo padre, Cox conserva ancora alcuni ricordi chiave e foto di lui. “Eravamo in un posto chiamato Latham, stavamo con amici di famiglia che avevano un cottage ricoperto di rose. Mio padre mi sta appuntando una rosa sul bavero. Probabilmente avevo 4 anni”, ha descritto Cox al New York Times a proposito di uno dei suoi le foto più preziose.

Al di là della tragedia della perdita del padre, Cox è cresciuto con una madre che stava attraversando momenti difficili. “Ha subito un trattamento con scosse elettriche e difficoltà con la sua memoria e non si è ripresa molto bene. Era sempre leggermente eccentrica, ma è diventata ancora più eccentrica”, ha detto Cox a The Courier. Di conseguenza, Cox è stato cresciuto per gran parte della sua infanzia da sua zia e sua sorella maggiore. Non sorprende data la sua futura carriera di attore, alcuni dei primi ricordi di Cox includono l’essere incantato dai film. “Sono stato classificato come subnormale dal punto di vista educativo, quindi ho evitato la scuola e sono andato al cinema e mi sono perso nei film”, ha detto a The Times. “Ho avuto il mio desiderio di essere un attore guardando Brando e Spencer Tracy”, ha detto a proposito delle leggende di Hollywood.

Quello che Brian Cox considerava un disastro

Brian Cox indossa un abito marroneMichele Campanella/Getty Images

Dall’età di 5 anni fino all’età di 11 anni, Brian Cox ha frequentato la scuola elementare di St Mary’s Forebank a Dundee, in Scozia. Mentre frequentava la scuola elementare, ricorda più distintamente il preside della scuola. “Per i primi tre anni sono stato istruito dai Marist Brothers, un ordine di insegnamento laico piuttosto dinamico”, ha ricordato Cox a The Herald Scotland. “Purtroppo questo insegnamento è stato interrotto quando si sono trasferiti in un nuovo istituto; di conseguenza, la mia povera scuola ne ha sofferto”, ha spiegato il futuro attore.

Cox è poi passato a 11 anni per frequentare la St Michael’s Junior Secondary School di Dundee. Invece di allenarsi per diventare un attore, St Michael’s stava insegnando a Cox più abilità pratiche per diventare un giorno un operaio in città. Ad esempio, “Ricordo di aver dovuto realizzare la mia prima barca in legno”, ha detto Cox. Purtroppo, ha rivelato di aver iniziato a soffrire a scuola. “La mia educazione è stata un po’ un disastro”, ha detto Cox. Era anche insoddisfacente. “Era un lavoro tortuoso e insoddisfacente”, ha ricordato Cox. Rimase alla scuola secondaria solo per pochi anni prima di abbandonare il giorno prima di compiere 15 anni. Ricordando la sua infanzia, Cox ha confessato che l’anno peggiore della sua vita “si fonde di anno in anno di tutta la mia educazione”.

Dopo aver abbandonato gli studi, Cox è rimasto in città ma aspirava a sogni più grandi. “Da bambino con un forte spirito di avventura non vedevo l’ora di andarmene”, ha detto al Sunday Times.

Tempo drammatico per Brian Cox

Il giovane Brian Cox nel Regno UnitoStandard serale/Immagini Getty

Appena uscito dalla scuola per adolescenti, Brian Cox si è rapidamente recato a teatro. Rimase locale e iniziò a lavorare al Dundee Rep Theatre. Dopo due anni con il teatro e imparando il mestiere, Cox ha deciso di seguire le lezioni di recitazione.

Prima di iniziare la scuola di recitazione in Inghilterra, Cox ha trascorso un’ultima vacanza in Spagna, dove ha finito per perdere mezzo dente. Tuttavia, era pronto per il prossimo capitolo della sua vita, soprattutto venendo da una piccola città della Scozia. “Fare l’adattamento da Dundee a Londra è stato un enorme – ma grande – shock culturale e l’ho adorato. Negli anni ’60 tutto era possibile e gli oiks come me erano i benvenuti”, ha spiegato al Sunday Times. Cox ha frequentato la London Academy of Music and Dramatic Arts dai 17 ai 19 anni prima di dedicarsi alla recitazione professionale. Ripensando a quei giorni, Cox ha detto di sentirsi davvero nel posto giusto perché, sebbene non gli piacesse la scuola tradizionale, “la mia vera educazione è stata alla scuola di recitazione, che mi ha esposto a una panoplia di esperienze di vita”, ha detto a The Herald Scotland .

Come con molti attori principianti, Cox era ben lungi dall’essere una celebrità ricca. Il suo lavoro più remunerativo era “proprio all’inizio, essendo pagato £ 4,10 a settimana come direttore di scena”, ha confessato al Sydney Morning Herald. Decenni dopo, negli anni ’80, Cox ha continuato a recitare e ha affinato ancora di più la sua arte alla British American Drama Academy.

L’attore ha molte opinioni controverse

Brian Cox fa un gestoSylvain Lefèvre/Getty Images

Brian Cox ha costruito una base di fan devoti per i suoi decenni di lavoro di recitazione, tuttavia, le sue interpretazioni calde dei problemi non sono sempre andate bene nei media. Ad esempio, ha difeso JK Rowling in seguito al contraccolpo delle sue dichiarazioni sulle persone transgender. Mentre molti hanno ufficialmente cancellato l’autore di “Harry Potter”, Cox ha espresso il suo sostegno. “Sentivo che c’era qualcosa di profondamente ingiusto” nel modo in cui le persone andavano contro la Rowling, ha detto l’attore in “Piers Morgan Uncensored”. In Scozia, la patria di Cox, il paese ha votato un disegno di legge a sostegno dei diritti dei transgender. Ha detto di essere orgoglioso del suo governo per aver approvato la legge e quando si è trattato dei suoi pensieri su Rowling, che si è opposta al disegno di legge, è stato empatico. “Non mi piace il modo in cui viene trattata, in realtà. Penso che abbia diritto alle sue opinioni”, ha spiegato Cox in “Sunday With Laura Kuenssberg”. In Inghilterra, Cox ha affermato di essere contrario all’idea di una monarchia, ma ha anche commentato l’esperienza di Meghan Markle nella famiglia reale: “Voglio dire, sapeva in cosa si stava cacciando”, ha detto a Haute Living.

Dopo il ruolo di Cox in “X2: X-Men United”, il regista del film Bryan Singer è stato criticato per il suo comportamento irregolare sul set del film. Il cast ha persino organizzato un intervento per Singer durante le riprese, oltre alle accuse di cattiva condotta sessuale in passato. Cox, nel frattempo, era grato a Singer e credeva che il regista fosse solo “sotto pressione” durante la produzione, ha detto a Yahoo!

Non è un fan di molti attori

Brian Cox indossa uno smokingDavid Livingston/Getty Images

Come attore veterano, Brian Cox ha comprensibilmente interagito con molti attori famosi nel corso degli anni. Non ha nemmeno paura di esprimere le sue opinioni su queste celebrità. Ad esempio, Edward Norton è “un bravo ragazzo, ma un po’ un rompicoglioni perché crede di essere uno sceneggiatore-regista”, ha detto Cox al Sydney Morning Herald. Per quanto riguarda Johnny Depp, Cox ha detto che tutto sull’attore era “così esagerato, così sopravvalutato”. Cox ha persino criticato gli spettacoli premio che celebrano e onorano i suoi colleghi attori. In vista degli Emmy Awards, dove è stato nominato per “Succession”, Cox ha detto: “Penso solo, ‘Spero di non vincere’. Non voglio fare nessuna di quelle stronzate .” Cox ha anche menzionato Ian McKellen e credeva che gli mancasse il cuore in molte delle sue esibizioni. Considerando McKellen un amico, Cox ha poi confessato: “Sono solo preoccupato che Ian McKellen non mi parlerà mai più”, ha detto a The Guardian.

Cox sembrava persino criticare il suo compagno di cast di “Succession”, Jeremy Strong, che usa il metodo della recitazione. “Oh, è fottutamente fastidioso. Non farmi andare avanti”, ha detto Cox a Town & Country riguardo a Strong che rimane nel personaggio anche quando le telecamere smettono di girare. Sebbene Cox ammettesse che Strong era un attore di talento, credeva anche che sarebbe stato meglio “Fare solo il lavoro. Non identificarsi”, ha detto Cox a Variety. Ha anche detto che forse era una differenza culturale. “Non sopporto tutta quella merda americana”, ha aggiunto Cox.

Divorzio uno e due per Brian Cox

Brian Cox vestito tutto di neroFred Duval/Shutterstock

Quando aveva solo circa 20 anni, Brian Cox sposò Lilian Monroe-Carr. Il matrimonio durò appena un anno ei due si separarono nel 1967. Dopo il suo primo matrimonio, Cox si unì rapidamente alla collega attrice Caroline Burt e nel 1968 i due si sposarono. Anche Burt veniva dalla Scozia e proveniva da una “classe medio-alta”, ha spiegato Cox a The Telegraph. Ha avuto due figli insieme a Burt, ma la coppia ha tragicamente avuto anche due gemelli nati morti. La coppia è rimasta insieme per quasi due decenni prima di divorziare nel 1986. Secondo Cox, era infedele nel suo matrimonio e Burt ha avviato il divorzio.

Guardando indietro, Cox ha confessato che forse non era pronto per il matrimonio all’inizio. “Avevo appena vent’anni quando mi sono sposato con Caroline. Troppo giovane. Ma volevo la stabilità del matrimonio e dei figli. Non ero uno di quei tipi di attore della classe media, che prendevano droghe e lasciavano che tutto andasse in giro ‘, ha spiegato Cox nel suo libro di memorie ‘Mettere il coniglio nel cappello’. Ha aggiunto che dopo un’infanzia difficile, “desideravo ardentemente la normalità di una casa e di una famiglia”. Anche se poteva spiegare il ragionamento alla base dei suoi primi matrimoni, Cox aveva anche cose positive da dire sul suo ex. “Caroline ed io siamo riusciti a 18 anni e abbiamo avuto due figli, quindi non è stato poi così male”, ha aggiunto.

All’interno del terzo matrimonio di Brian Cox

Nicole Ansari-Cox e Brian Cox fianco a fiancoTheo Wargo/Getty Images

Dopo il divorzio dalla sua seconda moglie Caroline Burt, Brian Cox ha incontrato il suo prossimo interesse romantico ad Amburgo, in Germania. L’attore era in città per interpretare il protagonista della tragedia di Shakespeare “Re Lear” quando incontrò per la prima volta Nicole Ansari. “Ho incontrato Brian a una festa e c’è stata una connessione istantanea: è stato come incontrare un’anima gemella. Mi ha capito. Stavamo solo parlando, parlando, parlando”, ha detto a The Herald Scotland. Per mostrare il suo sostegno, Ansari è persino andata otto volte diverse a vedere lo spettacolo teatrale di Cox. Quasi un decennio dopo, nel 1999, si è trasferita a Londra per vivere con Cox.

Nel 2002, la coppia ha deciso di sposarsi a Las Vegas nella famosa White Chapel. La mamma di Ansari era presente e ha persino suonato il pianoforte durante la cerimonia. “Sapeva che ero scozzese, quindi ha suonato il tema di ‘Braveheart'”, ha detto Cox in “Live with Kelly and Ryan”.

Mentre Cox e Ansari sono felicemente sposati dall’inizio del nuovo millennio, alcune persone commentano la differenza di età poiché lei ha 23 anni meno dell’attore. A questo, Cox è imperterrito. “Cosa vogliono che dica? L’amore è amore e Nicole è l’amore della mia vita”, ha scritto nel suo libro di memorie “Putting the Rabbit in the Hat”. Cox ha aggiunto riguardo a sua moglie: “Nicole aveva trent’anni quando ci siamo incontrati, e aveva già avuto una vita piuttosto sorprendente. Era stata in tutto il mondo”.

Dettagli cruenti con Brian Cox

Brian Cox seduto su una sediaDavid Levenson/Getty Images

Uno dei personaggi cinematografici più iconici di sempre è Hannibal Lecter, il serial killer cannibalista interpretato in modo agghiacciante da Anthony Hopkins. L’attore ha vinto il suo primo premio Oscar come miglior attore per il personaggio in “Il silenzio degli innocenti”, ma sorprendentemente, il ruolo è stato interpretato per la prima volta sul grande schermo da Brian Cox. Il film del 1986 “Manhunter” diretto da Michael Mann e adattato dal romanzo di Thomas Harris “Red Dragon” ha dato a Cox l’occasione perfetta per mostrare le sue impressionanti capacità di recitazione. “Ho interpretato Hannibal Lecktor, è questa mancanza di empatia, questa incapacità di entrare in empatia. Quando Will Petersen gli dice: ‘Sei pazzo’ – beh, una volta che hai intrapreso quella strada, non ci sono discussioni”, ha detto Cox a The Custode. Non sorprende che la gente abbia iniziato a chiedere a Cox cosa ne pensasse del fatto che Hopkins avesse immortalato lo stesso personaggio. “Penso che Tony abbia fatto un ottimo lavoro. Ma poi penso che Hannibal sia così. È come Amleto. È aperto all’interpretazione”, ha detto Cox di Hopkins.

Al di fuori del film, Cox stava attraversando un periodo personale difficile quando ha divorziato dalla moglie Caroline Burt lo stesso anno in cui il film ha debuttato. Anche con il ruolo di film di alto profilo, Cox ha deciso di ritardare un film a Hollywood. “Dopo il mio divorzio volevo restare in Inghilterra per stare vicino ai bambini. Non ho rimpianti per non aver sfruttato ‘Manhunter'”, ha detto Cox al Times. Non è stato fino a quasi 10 anni dopo che l’attore si è trasferito a Hollywood per la fase successiva della sua carriera.

Com’è essere un papà fuori dallo schermo

Brian Cox accanto a suo figlio AlanDave M. Benett/Getty Images

Quando non interpreta un padre onnipotente in TV in “Succession”, Brian Cox è un padre nella vita reale. Con la sua prima moglie Caroline Burt, la coppia ha dato il benvenuto al loro primo figlio, il figlio Alan, nel 1960. Cox e Burt hanno poi avuto la loro figlia Margaret nel 1967. Dopo che Burt e Cox hanno divorziato e lui si è risposato con Nicole Ansari, l’attore ha continuato a far crescere la sua famiglia . La coppia ebbe due figli insieme, il maggiore Orson seguito da Torin. Con il suo primo gruppo di figli, Cox ha ammesso che avrebbe potuto fare di meglio. “Ho sempre lottato con la paternità perché, beh… ad essere onesti, il mio lavoro significava che non ero quasi mai lì”, ha spiegato nel suo libro di memorie “Mettere il coniglio nel cappello”. Cox aveva allora 56 anni quando era di nuovo padre di un neonato. Questa volta, sentiva di essere migliorato. “Con i nostri due figli, ho cercato di rimediare a tutte le cose che sono successe prima. In questi giorni, la mia carriera non viene sempre prima. Forse ero meglio preparato per la seconda volta”, ha confessato Cox.

Il più anziano dell’attore, Alan, ha continuato a seguire suo padre ed è diventato un attore. Il figlio di Cox era ben noto per il suo ruolo di “Watson” nel film del 1985 “Young Sherlock Holmes” ed è apparso in una vasta gamma di progetti, tra cui il film del 2023 “Magic Mike’s Last Dance”. Margaret ha imparato a conoscere un’ampia varietà di culture, vivendo a San Pietroburgo e conseguendo un dottorato di ricerca in cinema giapponese.

L’argomento di cui Brian Cox non ha paura di parlare

Brian Cox con un sorriso sornioneDavid M. Benett/Getty Images

Nonostante sia uno degli attori più anziani di Hollywood, Brian Cox è aperto a discutere di tutti gli argomenti, incluso il sesso. “Ci sono molto affezionato”, ha rivelato con entusiasmo Cox al Sydney Morning Herald. Ha ammesso che gli anni ’60 sono stati particolarmente memorabili perché, a suo avviso, “è stato un periodo estremamente bello per la sessualità”. Quando è cresciuto, l’attore ha detto che anche se gli piaceva ancora il sesso, il suo corpo a volte non poteva funzionare come una volta. Fortunatamente, Cox ha affermato che i farmaci e altri rimedi sono fondamentali. “Bisogna approfittare di tutto ciò che si può per fare ciò che si deve fare”, ha detto l’attore.

Nella sua vita personale, Cox è sposato e lui e sua moglie Nicole Ansari vivono insieme all’ultimo piano di un complesso di appartamenti a Brooklyn. Ognuno ha una camera da letto separata, oltre a uno studio condiviso al 45° piano per incontri romantici. “Fondamentalmente è la sua stanza e mi è permesso visitarla di tanto in tanto”, ha detto a The Guardian.

Se non sta parlando di dettagli attuali osé, Cox ha una vita di storie. “Sai, quando ero un giovane attore sono stato ritoccato dalla principessa Margaret”, ha ammesso. Secondo l’attore, la sorella minore della regina Elisabetta II gli ha messo le mani dentro la camicia durante una visita alla corte reale quando aveva 23 anni. “Mi sono scusato e ho detto: ‘Grazie, signora’, ed è arrivata a una fine naturale”, ha detto Cox.

Brian Cox è stato un po’ troppo onesto

Brian Cox mentre tiene un premioFrazer Harrison/Getty Images

Nel suo tempo al di fuori della recitazione, Brian Cox è stato generoso nel restituire alle comunità, da Brooklyn alla Scozia, aiutando in luoghi come le mense per i poveri. È particolarmente concentrato sull’aiutare il suo paese d’origine, come la raccolta fondi per il National Trust for Scotland, che aiuta a mantenere importanti siti culturali.

Era anche un mecenate del Mid-Lin Daycare Center per aiutare gli anziani nella sua città natale di Dundee. Cioè, fino alla sua intervista con The Guardian in cui ha ammesso di aver usato marijuana e ha detto: “È assolutamente fantastico e lo consiglio a tutti: sballati!” Di conseguenza, il centro di assistenza per anziani ha abbandonato Cox. “Dundee è drogato, non possiamo sostenere le opinioni di Brian sulla cannabis. Siamo scioccati e delusi”, ha detto al Mirror la presidente del centro riguardo a Cox. Il famoso attore di Dundee si è pentito delle sue parole guardando indietro. “Penso che abbiano fatto bene a lasciarmi andare perché anche se sono stato un po’ sciocco in quell’intervista, fumo”, ha detto a The Courier. “Nella mia città natale abbiamo eroinomani di quinta generazione e questo non va bene”, ha detto riguardo ai suoi commenti che promuovono l’uso di droghe.

Il ruolo di una vita per Brian Cox

Brian Cox sembra potentePablo Cuadra/Getty Images

Non è passato molto tempo da “Succession” che Logan Roy, interpretato da Brian Cox, ha avuto un grave problema di salute e sembrava essere uscito dallo show. Invece, il personaggio si è ripreso ed è diventato una parte essenziale della serie. Lungo la strada, la potente figura paterna è diventata uno dei personaggi più amati del decennio. “Non mi ero reso conto di aver creato un individuo così iconico”, ha detto Cox al Sydney Morning Herald. Mentre alcuni potrebbero considerare le azioni del personaggio senza cuore oa sangue freddo, specialmente nei confronti dei propri figli, Cox ha detto che faceva tutto parte del lavoro. “Tutti noi ci deformiamo in qualche modo … questo è ciò che l’attore deve capire”, ha detto. Sebbene possa sembrare che tutta la sua esperienza abbia portato a un grande ruolo finale, Cox non sembrava contento di concludere la sua carriera con il personaggio. “Logan Roy è solo una tappa lungo la strada. Non è il massimo per me”, ha spiegato.

Anche come attore veterano, Cox sentiva ancora di poter uscire in pubblico e non essere disturbato. Se un fan occasionale pensava di riconoscerlo, Cox ha scherzato sul fatto che avrebbe negato di avere una faccia famosa. Poi, “da quando interpreto questo ruolo [on Succession], è stato impossibile “, ha ammesso a The Hollywood Reporter. Anche se potrebbe non perdere l’intensa fama,” mi mancherà il cast. Mi mancherà la meravigliosa, meravigliosa troupe”, ha detto l’attore in “The Late Show con Stephen Colbert”.

Amo Brian Cox

Brian Cox indossa un dolcevita bluLia Toby/Getty Images

Quando un intervistatore ha chiesto a Brian Cox quale fosse il suo lavoro meglio pagato nel corso dell’illustre carriera dell’attore, la risposta è stata semplice: McDonald’s, ha detto al Sydney Morning Herald. Cox è stato il narratore di diversi spot pubblicitari di McDonald’s sin dal primo durante la trasmissione televisiva dei Grammy del 2020. Cox ha fornito la sua caratteristica voce burbera mentre parlava di un hamburger e poi cantava il jingle della famosa catena di fast food. Questo era uno dei sei spot pubblicitari che Cox ha narrato in collaborazione con l’agenzia pubblicitaria Wieden & Kennedy New York, con ogni annuncio in cui l’attore descriveva un ingrediente nell’hamburger da un quarto di libbra di McDonald’s.

Stephen Colbert ha scherzato con Cox durante un’intervista se la fine di “Succession” avrebbe fatto meno male con il suo bel concerto di doppiaggio ancora intatto. “Sì, questo compensa tutto”, ha detto Cox in “The Late Show con Stephen Colbert”. Quando l’ospite a tarda notte ha sottolineato che lo spot suonava come il personaggio di Cox, Logan Roy, si divertiva a mangiare da McDonald’s, l’attore ha paragonato Roy al famoso amore di Donald Trump per la catena di fast food. Continuando a parlare del suo ruolo di voce di McDonald’s, Cox ha detto: “chiaramente Stephen, sei un uomo di gusto”.

Related Articles

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

Top