HomeNewsMedico rivela la verità straziante sul cancro di Chadwick Boseman

Medico rivela la verità straziante sul cancro di Chadwick Boseman

Chadwick BosemanGareth Cattermole/Getty Images

La straziante morte di Chadwick Boseman nell’agosto 2020 è stata un duro colpo per i suoi fan e gli ex compagni di cast. Ciò che ha scioccato anche molti è stata la notizia che, mentre lui potrebbe aver accennato alle sue difficoltà di salute, si è scoperto che aveva segretamente combattuto il cancro per anni. In una dichiarazione pubblicata Twitter conto, abbiamo appreso che era stato “diagnosticato con cancro al colon stadio III nel 2016,” e aveva “progredito allo stadio IV” al momento della sua morte.

Mentre può essere difficile immaginare l’uomo che ha giocato Pantera Nero trattare con il cancro del colon, Dr. Lynn M. O’Connor, MD MPH FACS FASCRS, Capo della Divisione di Colon e Chirurgia Rettale presso Mercy Medical Center & St. Joseph Hospital, ha detto Nicki Swift che “il cancro del colon-retto è il terzo cancro più comune diagnosticato negli uomini e nelle donne negli Stati Uniti e la seconda causa più comune di morte per cancro.”
Il Dr. O’Connor ha osservato che “l’American Cancer Society stima che ci saranno circa 140.000 nuovi casi di cancro colorettale diagnosticati [in 2020] e circa 50.000 morti.” Quello che dovresti anche sapere – e ciò che la morte di Boseman all’età di soli 43 anni purtroppo ha fatto capire a molti – è che “l’11 per cento delle diagnosi di cancro del colon e il 18 per cento delle diagnosi di cancro rettale si verificano in quelli sotto i 50 anni”. Infatti, “secondo il National Cancer Institute, i casi di cancro colorettale a esordio giovane sono aumentati del 51 per cento dal 1994”.

E non è tutto quello che devi sapere.

Questo gruppo ha il più alto tasso di decessi per cancro colorettale

Dr. Lynn M. O'Connor, MD MPH FACS FASCRSYoutube

La morte prematura di Chadwick Boseman può rendere più persone consapevoli del fatto che i giovani possono anche essere diagnosticati con questa malattia potenzialmente fatale. Coloro che hanno meno di 50 anni dovrebbero essere vasati prima e più spesso di quanto forse la maggior parte di noi avesse precedentemente ipotizzato. Tuttavia, ci sono anche altri numeri legati al cancro del colon-retto che tutti abbiamo bisogno di sapere. Secondo il Dr. Lynn M. O’Connor, MD MPH FACS FASCRS, “Gli afroamericani tendono ad avere il più alto tasso di mortalità e il più basso tasso di sopravvivenza rispetto a tutti gli altri gruppi razziali.”

Come capo della Divisione di Chirurgia Del Colon e Rettale presso il Mercy Medical Center & St. Joseph Hospital. Il dottor O’Connor ha detto Nicki Swift che “i tassi di cancro colorettale erano più alti del 25% e i tassi di mortalità erano del 50% più alti negli afroamericani rispetto ai caucasici.” Per di più, “gli afroamericani erano anche più probabilità di essere diagnosticati con stadi avanzati della malattia.” Dr. O’Connor ha spiegato che questi “trovare[s have] è stato attribuito a tassi di screening più bassi nelle minoranze, alla fase successiva della malattia durante la presentazione e alla diminuzione dell’accesso all’assistenza sanitaria.”
Per quanto sia terrificante e straziante, ecco cosa devi sapere per cercare di proteggere te stesso e i tuoi cari.

Questo è il momento in cui iniziare lo screening se sei “rischio medio”

Chadwick BosemanKevin Mazur/Getty Images

“A causa della crescente incidenza di cancro colorettale a esordio giovane, l’American Cancer Society [has] ha cambiato le sue linee guida di screening,” Dr. Lynn M. O’Connor, MD MPH FACS FASCRS, Capo della Divisione di Colon e Chirurgia Rettale presso Mercy Medical Center & St. Joseph Hospital, ha detto Nicki Swift. La “nuova età raccomandata per le persone a rischio medio per iniziare lo screening regolare con una colonscopia è 45 invece di 50.”

Quindi cosa significa essere a rischio medio? “Le persone sono considerate a rischio medio se non hanno una storia personale di cancro colorettale o di alcuni tipi di polipi, [or] una storia familiare di cancro colorettale”, secondo il Dr. O’Connor. Cadrà anche in quel gruppo se non si dispone di “una storia personale di malattia infiammatoria intestinale, come la colite ulcerosa o la malattia di Crohn, o sindrome del cancro del colon ereditario confermato o sospetto come (FAP) Familial Adenomatous Polyposis o Sindrome di Lynch, che è cancro colorettale ereditario non poliposi.” Il nostro esperto osserva anche che “qualsiasi persona che possa aver avuto radiazioni all’addome o all’area pelvica per trattare un cancro precedente non è anche considerata a rischio medio”.

Mentre è importante conoscere il fattore di rischio, e lo screening per i giovani è fondamentale, si scopre che molti casi di cancro colorettale sono in realtà mal diagnosticati.

Un gran numero di giovani casi di cancro colorettale sono mal diagnosticati

Dr. Lynn M. O'ConnorYoutube

Dr. Lynn M. O’Connor, MD MPH FACS FASCRS, Capo della Divisione di Colon e REctal Surgery presso Mercy Medical Center & St. Joseph Hospital, sottolinea che “la grande quantità di tumori colorettali sono ancora visti nei pazienti più anziani. I pazienti affetti da cancro colorettale a esordio giovane affrontano sfide significative in quanto i loro sintomi sono talvolta diagnosticati in modo non appropriato.”

Infatti, il dottor O’Connor ha detto Nicki Swift secondo i dati dell’indagine colorettale Cancer Alliance, “l’82% dei pazienti affetti da cancro colorettale a esordio giovane sono stati diagnosticati in modo non appropriato”. Secondo l’indagine, “il 67% dei pazienti affetti da cancro colorettale a esordio giovane ha dovuto vedere almeno 2 o più medici prima di arrivare alla diagnosi corretta” e, in parte, a causa di questo tipo di ritardo, “73% dei pazienti affetti da cancro colorettale a esordio giovane [are] ha presentato una malattia avanzata.”
I dati hanno inoltre mostrato che “il 62% dei pazienti affetti da cancro colorettale a esordio giovane non aveva una storia familiare di cancro colorettale”, il che significa che i sintomi di una persona – e non il background relativo alla salute dei loro parenti – dovrebbero essere considerati. Fortunatamente, il dottor O’Connor era disposto a dirci quali sintomi tenere d’occhio quando si tratta di cancro colorettale.

Sintomi di cancro colorettale a cui fare attenzione

Chadwick BosemanAlberto E. Rodriguez/Getty Images

Dr. Lynn M. O’Connor, MD MPH FACS FASCRS, ha detto Nicki Swift che è “importante che i segni e i sintomi” legati al cancro del colon-retto “non vengano ignorati”. Quali sono questi sintomi? Il capo della divisione di colon e chirurgia rettale presso mercy Medical Center & St. Joseph Hospital ha osservato che voler guardare fuori per un “cambiamento nelle abitudini intestinali, dolore addominale, perdita di peso, sangue nelle feci, o perdita di appetito.” Tuttavia, si dovrebbe anche essere che “spesso, se i segni e sintomi sono presenti il cancro è già avanzato.”

Secondo il Dr. O’Connor, “l’importanza di come i fattori di stile di vita svolgono un ruolo nel cancro del colon-retto” è “notevole”. Ha detto, “Obesità, stile di vita sedentario, mancanza di esercizio fisico, cattiva alimentazione delle fibre, così come il fumo e l’alcol possono svolgere un ruolo.” Ecco perché è “importante aumentare la frutta e verdura e fibre nella dieta, cercare di avere almeno 30 minuti di esercizio a intensità moderata al giorno, limitare l’assunzione di alcol, e mantenere un peso corporeo sano.”
Il Dr. O’Connor ha anche osservato che “il cancro del colon-retto è altamente curabile se catturato precocemente e prevenibile con lo screening”, quindi se sei preoccupato, assicurati di sostenere la tua salute – e la salute dei tuoi cari – e insistere per essere proiettato ora e regolarmente.

Related Articles

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

Top