HomeHOLLYWOODIl rapporto dell'autopsia di Cameron Boyce contiene alcuni dettagli strazianti

Il rapporto dell’autopsia di Cameron Boyce contiene alcuni dettagli strazianti

 

Cameron Boyce sorride

Giovani immagini di Hollywood/Getty

Quando il nome di Cameron Boyce è stato aggiunto all’elenco degli attori che abbiamo perso troppo presto, la tragica notizia della sua morte all’età di 20 anni ha lasciato il cuore spezzato ai suoi fan, co-protagonisti, amici e familiari. Per molti è stato difficile accettare l’idea che qualcuno così giovane e pieno di vita morisse così all’improvviso. Ma il rapporto dell’autopsia di Cameron ha fornito un minimo di conclusione a tutti coloro le cui vite ha toccato, offrendo loro alcune risposte sulla causa della sua morte.

Prima che la star di “Jessie” morisse nel luglio 2019, non c’erano segni che qualcosa non andasse. A quel tempo, si stava preparando per la première del suo film su Disney Channel, “The Descendants 3”, che sarebbe prevista per la fine del mese. La sua co-protagonista Dove Cameron ha preso la notizia della morte di Boyce in modo particolarmente duro. Cameron ha condiviso il suo ultimo post su Instagram il giorno prima della sua morte, e ora funge da memoriale per la giovane star. È una foto in bianco e nero di Cameron di profilo scattata durante un’intervista con iD.

Cameron ha trascorso parte della sua ultima serata da vivo cenando con la sua famiglia. “Voglio dire, non c’era modo di sapere in poche ore che mio figlio sarebbe morto”, ha detto suo padre, Victor Boyce, durante un’intervista a “Good Morning America”. “Ad esempio, era semplicemente incredibilmente folle e orribile.” Quando Cameron morì, la sua famiglia rilasciò una dichiarazione in cui affermava che aveva avuto un attacco causato dall’epilessia, secondo Today. Il rapporto dell’autopsia lo ha confermato e ha fornito ulteriori dettagli sulla sua morte.

I coinquilini di Cameron Boyce hanno cercato di salvarlo

 

Cameron Boyce seduto al ristorante

@thevictorboyce/Instagram

Su Instagram, il padre di Cameron Boyce ha condiviso un’ultima foto dell’attore scattata durante la loro gita di famiglia. Ore dopo, Boyce si addormentò e ebbe un attacco mortale. Un triste dettaglio incluso nei risultati del medico legale della contea di Los Angeles è che i compagni di stanza di Boyce hanno cercato di salvargli la vita (tramite E! News). Forse perché era il primo pomeriggio e non lo avevano visto uscire dalla sua stanza: “Hanno deciso di controllarlo”, si legge nel referto dell’autopsia. In quel momento stavano per uscire dalla porta. Quello che probabilmente si aspettavano fosse un rapido check-in e un arrivederci ha preso una brutta piega quando si sono resi conto che qualcosa non andava. Hanno chiesto aiuto e hanno cercato di rianimare Boyce eseguendo la RCP mentre aspettavano l’arrivo dell’ambulanza. Ma alle 14:35 è stato dichiarato morto.

La causa ufficiale della morte di Boyce è stata la morte improvvisa e inaspettata per epilessia, o SUDEP. Un esperto di epilessia, il dottor Orrin Devinsky, ha detto al New York Times che chi soffre di epilessia ha maggiori probabilità di avere convulsioni potenzialmente fatali se le sperimentano mentre dormono, come è successo a Boyce. Devinsky ha spiegato inoltre che il centro respiratorio del cervello può smettere di funzionare durante una brutta crisi, quindi la mancanza di ossigeno è solitamente ciò che si rivela mortale in un episodio del genere. Il rapporto dell’autopsia di Boyce ha rivelato che stava assumendo il farmaco Levetiracetam per prevenire le convulsioni, ma ha descritto la sua epilessia come “non traumatica”.

Cameron Boyce ha mandato un messaggio a suo padre prima di morire

 

Cameron Boyce in piedi tra i suoi genitori

Greg Doherty/Getty Images

Il rapporto dell’autopsia di Cameron Boyce ha rivelato che era ancora vivo a mezzanotte della notte della sua morte. Questo dettaglio apparentemente proveniva da suo padre. “Ci mandavamo messaggi avanti e indietro fino alle 12:30”, ha detto Victor Boyce alla ABC News, “e da qualche parte tra l’ultimo messaggio che mi ha inviato e la mattina in cui se n’era andato.” Victor ha rivelato che uno degli argomenti di cui hanno discusso erano i Los Angeles Lakers.

Il rapporto dell’autopsia di Cameron ha toccato anche la sua storia medica, rivelando che aveva avuto numerose crisi convulsive gravi. Sua madre, Libby Boyce, ha approfondito questo aspetto durante un’intervista a “Today”. “Ha avuto solo cinque crisi epilettiche nella sua vita”, ha detto. Victor ha aggiunto che non erano mai stati troppo preoccupati per l’epilessia del figlio che incideva sulla sua qualità di vita perché aveva crisi molto rare e, quando accadeva, si riprendeva rapidamente.

Ora, Victor e Libby stanno lavorando per aumentare la consapevolezza del SUDEP attraverso l’organizzazione di beneficenza che hanno creato per onorare l’eredità del figlio come filantropo generoso, la Cameron Boyce Foundation. In un’apparizione del maggio 2024 al “The Kelly Clarkson Show”, la coppia ha rivelato che la fondazione aveva anche raccolto 1,5 milioni di dollari per finanziare la ricerca sull’epilessia. Ma per loro, educare gli altri sulla condizione neurologica è ciò che è veramente importante. Secondo Libby, lei e Victor non avevano idea che le convulsioni di Cameron fossero più pericolose perché le aveva mentre dormiva. “Non eravamo ben informati”, ha detto Libby a Clarkson prima di lottare per trattenere le lacrime al pensiero della morte di suo figlio.

Related Articles

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

Top