HomeHOLLYWOODLa verità mai raccontata di Ella Purnell di Fallout

La verità mai raccontata di Ella Purnell di Fallout

La frangia bruna di Ella Purnell

Jerod Harris/Getty Images

Ella Purnell ha costruito un curriculum di recitazione impressionante, grazie a ruoli in film come “Army of the Dead” di Netflix e in programmi TV come “Sweetbitter” e “Yellowjackets”. Ma è stata la performance di Purnell in “Fallout” di Amazon Prime Video, basato sull’omonima serie di videogiochi, che ha portato il suo talento a un pubblico completamente nuovo. Sebbene Ella sia splendida senza trucco, la sua trasformazione in Lucy MacLean, la protagonista di “Fallout”, l’ha resa immediatamente riconoscibile in tutto il mondo.

Durante un’intervista con Collider, Purnell ha parlato della sua entusiasmante carriera di attrice e di ciò per cui si era impegnata. “Certo che voglio avere successo, ma per me il successo non è essere ricco o famoso o avere premi, è fare un lavoro di cui sono orgogliosa e fare un lavoro che mi sfida”, ha detto alla pubblicazione. “Se riesco a trovare un modo per farlo e bilanciarlo con l’avere una famiglia, degli amici e una ricchezza nella mia vita che non sia solo il mio lavoro, quella è contentezza.”

Dai suoi primi ruoli da attrice alle lezioni che ha imparato lungo il percorso, questa è la verità non raccontata della star di “Fallout” Ella Purnell.

Ella ha iniziato a fare la modella quando aveva solo 4 anni

 

La giovane Ella Purnell sorride

Gareth Cattermole/Getty Images

Programmi televisivi come “Fallout” e “Yellowjackets” potrebbero aver portato Ella Purnell al successo internazionale, ma in realtà ha iniziato a costruire la sua carriera da bambina. Durante un’intervista con The Independent, Purnell ha parlato di alcuni dei suoi primi ruoli, tra cui lavorare per marchi di moda di fascia alta prima ancora di iniziare la scuola. “Ho realizzato una campagna per Dior, quando avevo quattro anni!” ha detto alla pubblicazione.

Purnell ha anche fatto riferimento allo spot televisivo in cui recitava per il marchio di caramelle Toffifee, dicendo a Crash: “Ho ricevuto la mia prima pubblicità quando avevo 9 anni. Prima facevo audizioni e facevo da modella per bambini. Era sempre qualcosa che facevo con mia mamma per divertimento. e così ho conosciuto tutti i miei amici.” Fondamentalmente, Purnell si stava già facendo un nome nel settore dell’intrattenimento mentre la maggior parte di noi era beatamente inconsapevole del mondo del lavoro.

Dopo aver costruito un portfolio di modelli di discreto successo da bambina, Purnell ha deciso di cimentarsi nella recitazione, assicurandosi un ruolo nel musical “Oliver!” nel West End di Londra. Discutendo della sua esperienza nella produzione, Purnell ha detto a The Independent: “L’ho adorato, ma mi sono reso conto che ero relativamente timida e non avevo la presenza o la sicurezza per fare teatro musicale”. Anche se Purnell ha deciso di non intraprendere la carriera teatrale da giovane, la sua esperienza in “Oliver!” probabilmente ha informato la sua decisione di dedicarsi alla recitazione televisiva e cinematografica.

Il suo primo bacio è avvenuto sullo schermo

 

Ella Purnell capelli castani lunghi

Samir Hussein/Getty Images

Molte celebrità danno i loro primi baci sullo schermo. Avendo iniziato come modella da bambina, gran parte dei primi anni di vita di Ella Purnell si sono svolti nel settore dell’intrattenimento. Nato il 17 settembre 1996, Purnell è passato alla recitazione nei film nel 2010 con “Never Let Me Go” e “Ways to Live Forever”. Anche se il suo talento nella recitazione è stato subito evidente, non tutto nella fiorente carriera di Purnell è stato facile, soprattutto quando si è trattato di girare scene romantiche. Durante un’intervista con Collider, Purnell ha rivelato: “Il mio primo bacio è stato sullo schermo in un film. Mi ci sono voluti un paio d’anni per fare i conti, e poi per essere effettivamente in grado di dire, ‘No, penso di dover prendere una pausa.'”

Fortunatamente, le persone con cui Purnell stava lavorando sono state di incredibile supporto e hanno aiutato la giovane star a superare gli aspetti più complicati dell’essere un attore. Discutendo del momento in cui ha deciso per la prima volta di farsi valere, Purnell ha detto alla pubblicazione: “Probabilmente è stato quando ero un po’ più giovane, forse intorno ai 15, 16 anni. Ho una squadra incredibile. … Ma realizzando: ‘Sai, Non voglio fare del nudo,’ o, ‘Non voglio fare una storia d’amore’… e in realtà, sono un po’ imbarazzato la prima volta che chiedi queste cose.” Tuttavia, quell’imbarazzo non durò a lungo, poiché tutti intorno a Purnell sostenevano le sue decisioni e le facevano capire che era perfettamente nei suoi diritti rifiutarsi di fare certe cose sullo schermo.

È stata scelta per interpretare un Tim Burton in un momento basso della sua vita

 

Ella Purnell sorridente con la barba grigia di Tim Burton

Jim Spellman/Getty Images

Dopo aver fatto il suo debutto cinematografico nel 2010, Ella Purnell ha continuato a prenotare ruoli in numerosi film famosi. Nel 2011, ha recitato al fianco di Clive Owen nel film horror “Intruders” e nel 2013 è apparsa nel ruolo di Dolce in “Kick-Ass 2”. Nel 2014, la carriera di Purnell ha continuato a crescere quando è apparsa al fianco di Angelina Jolie in “Maleficent” della Disney, e nel 2016 è stata scritturata accanto a Margot Robbie in “La leggenda di Tarzan”. Tuttavia, ottenere un ruolo importante nel film del 2016 “Miss Peregrine’s Home for Peculiar Children”, diretto dall’ex Tim Burton di Helena Bonham Carter, è stata senza dubbio la grande occasione di Purnell.

Durante un’intervista con British Vogue, Purnell ha ricordato di aver scoperto di aver ottenuto una parte nel film di Burton, notizia arrivata in un momento particolarmente basso della sua vita. “Mi stavo appena riprendendo da una rottura e in realtà avevo saltato la scuola”, ha detto allo sbocco. “Ero a letto con una vaschetta di gelato e ho sentito mia madre e il mio agente salire le scale.” Ha continuato: “E poi ha detto: ‘Sorpresa! Hai il lavoro per Tim Burton.’ Stavo piangendo a dirotto, ma guarda un po’: l’universo non funziona in modi così sorprendenti?” Fortunatamente, lavorare con il leggendario regista era tutto ciò che Purnell avrebbe potuto sperare, con Burton che ha fatto sentire la giovane star come una parte cruciale del progetto. “Ho davvero imparato a credere in me stessa e ad avere fiducia nel mio istinto”, ha detto alla pubblicazione.

Si sente più a suo agio a Londra

 

Abito beige di Ella Purnell London bridge

Tim P. Whitby/Getty Images

Ella Purnell interpreta spesso personaggi americani, ma in realtà è nata e cresciuta a Londra, in Inghilterra. Prima di sviluppare la sua carriera di attrice di successo, Purnell ha frequentato diverse scuole nella capitale, tra cui la Bethnal Green Montessori School e la City of London School for Girls, prima di allenarsi come artista allo Young Actors Theatre di Islington. Avendo trascorso gran parte della sua giovane vita a Londra, Purnell considera la città la sua casa, nonostante abbia bisogno di viaggiare per il mondo per lavoro.

Quando le è stato chiesto quale fosse il suo posto preferito nel mondo, Purnell ha detto a Condé Nast Traveller nel 2018: “Londra, anche se sono di parte perché sono nata e cresciuta qui. Mio padre vive a Chelsea e mia madre è a est. È casa mia. Ho così tanti ricordi di quando sono cresciuto in questa città.” Sebbene Purnell amasse chiaramente trascorrere la sua giovinezza a Londra, c’erano alcuni elementi della città in cui non prosperava. “Faccio schifo nell’usare gli autobus, ma sono davvero brava con i treni”, ha detto alla pubblicazione. Per quanto riguarda quali siano alcune delle cose che preferisce della città, ha detto: “Adoro i londinesi, ed è quello che mi manca quando sono via. Torno a casa e vado al pub e ascolto tutti parlare”. Anche se probabilmente non trascorre molto tempo in città dopo il successo di “Yellowjackets” e “Fallout”, è chiaro che Londra occupa un posto speciale nel cuore di Purnell.

Gli Yellowjackets l’hanno aiutata ad accettare di essere antipatica

 

Abito nero scollato di Ella Purnell

Kevin Winter/Getty Images

Dopo aver interpretato il ruolo principale nella serie TV del 2018 “Sweetbitter” e aver assunto un ruolo nel film Netflix del 2021 “Army of the Dead”, Ella Purnell ha dimostrato la sua incredibile gamma. Ma è stata la performance dell’attore nei panni di Jackie nella serie TV “Yellowjackets”, trasmessa per la prima volta nel 2021, a portare la star a un pubblico più ampio, permettendole anche di ridefinire la sua arte.

Durante la sua intervista con Collider, Purnell ha rivelato che stava lottando con l’idea di piacere come attrice, dicendo: “Non è il tuo lavoro fare cose che piacciono alla gente. È il tuo lavoro fare cose”. Ha continuato, “‘Yellowjackets’, in un certo senso, mi ha aiutato perché era la prima volta che interpretavo un personaggio che onestamente pensavo non fosse simpatico e che non sarebbe piaciuto alla gente. Avevo una vera paura, a qualcuno importerà quando Jackie muore perché a volte è così brava?” Tuttavia, la performance di Purnell nei panni di Jackie le ha procurato molti fan, il che è stata un’esperienza incoraggiante per la star di “Arcane”. E poiché un personaggio così complicato e spesso irritante era amato dai fan, Purnell si rese conto che il suo futuro come attrice era pieno di prospettive interessanti. “Ora voglio interpretare un cattivo”, ha detto alla pubblicazione. “Voglio interpretare qualcuno veramente malvagio. Voglio andare lì.”

Ha lavorato con un voice coach per perfezionare il suo accento americano

 

Frangia di capelli biondi di Ella Purnell

Jc Olivera/Getty Images

Essendo nata e cresciuta a Londra, in Inghilterra, Ella Purnell ha un accento inglese, ma gli spettatori potrebbero non averlo capito grazie al suo convincente accento americano. Durante un’intervista del 2024 con la collega attrice Chloë Grace Moretz per la rivista Interview, Purnell ha parlato del lavoro che ha svolto per cercare di perfezionare il suo accento americano. “Ho una voce piuttosto bassa e roca, e volevo che fosse pulita, incontaminata e molto allegra”, ha detto alla pubblicazione. “Quello che stavo facendo suonava davvero nasale. Dovevo capire i muscoli che stavo usando e come produrre il suono dal mio plesso solare, e non dal mio passaggio nasale o dalla mia gola.”

Durante la stessa intervista, Purnell ha cantato le lodi del suo allenatore di dialetto Kohli Calhoun, a cui ha attribuito l’accento che ha pronunciato nella serie TV del 2018 “Sweetbitter”. Tuttavia, sembra che ci siano degli svantaggi nell’esibirsi con un accento americano così realistico. Parlando con ScreenRant, l’attore ha discusso della doppiatura di un personaggio nella serie animata di Netflix “Arcane”, dicendo: “Faccio fatica a improvvisare quando non ho il mio accento naturale, solo perché a volte dico termini britannici con accento americano e la gente guarda come se fossi pazzo, quindi generalmente lo evito.” Sebbene l’improvvisazione possa essere fuori discussione, è chiaro che Purnell ha un enorme talento quando si tratta di imparare gli accenti.

Ha smesso di fumare per eseguire le sue acrobazie in Fallout

 

Ella Purnell Auto Fallout

Gareth Cattermole/Getty Images

Basata sull’omonimo videogioco, la serie “Fallout” di Prime Video del 2024 è ambientata in un futuro distopico in cui una detonazione nucleare ha distrutto Los Angeles. Ella Purnell interpreta Lucy MacLean, una giovane donna che è costretta a lasciare la vita un tempo sicura in cui viveva in un bunker sotterraneo per avventurarsi in superficie per salvare un membro della famiglia. Dato che lo spettacolo presenta una miriade di sequenze d’azione e di combattimento, Purnell ha dovuto affrontare una nuova sfida nel suo ruolo da protagonista. Piuttosto che rifuggire dalla fisicità del suo nuovo ruolo, Purnell si è lanciata a capofitto nel interpretare un popolare personaggio di un videogioco in TV.

Parlando con Collider, Purnell ha spiegato: “Sono orgoglioso del mio lavoro acrobatico perché sono una persona goffa, scoordinata e non in forma. O lo ero”. Anche se non è stato necessariamente facile accettare un ruolo così fisico, Purnell ha fatto alcune concessioni per assicurarsi di poter dare una grande interpretazione sullo schermo. “Ho rotto qualche oggetto di scena, ma non ho fatto male a nessuno e non mi sono fatto male [laughs]e mi sono stirata e mi sono riscaldata e mi sono messa in forma, e ho smesso di fumare,” ha spiegato. “Non è qualcosa che avrei mai pensato di poter fare, quindi sono orgogliosa.” Sembrerebbe che il duro lavoro di Purnell abbia dato i suoi frutti, poiché “Fallout” ha debuttato con recensioni estremamente positive.

Ella ha affrontato sfide da giovane a Hollywood

 

Ella Purnell vestito rosa biondo

Stefanie Keenan/Getty Images

Avendo lavorato nel settore dell’intrattenimento sin da quando era bambina, Ella Purnell ha sperimentato sia gli aspetti positivi che quelli negativi di diventare un’attrice famosa. Sfortunatamente, Purnell ha scoperto che il sessismo persisteva dietro le quinte di alcuni dei progetti a cui lavorava. Da giovane, la star di “Wildlike” ha imparato in prima persona che aveva molti ostacoli da superare sulla sua strada verso la celebrità. “Come donna in questo settore, cerchi costantemente di trovare il giusto equilibrio”, ha detto a The Independent. “Non puoi essere troppo forte, non puoi dire parolacce, non puoi indossare gonne corte. Non puoi essere troppo sexy perché non ti rispetteranno, ma non puoi non essere bella perché poi pensano non hai valore.”

Dopo aver lottato con queste dualità per gran parte della sua carriera, Purnell ha trovato un cambio di ritmo quando ha ottenuto un ruolo nella serie TV “Yellowjackets”, che segue un gruppo di ragazze adolescenti che entrano in modalità sopravvivenza dopo che il loro aereo si è schiantato in mezzo al nulla. “È ancora una novità vedere una donna essere violenta in un modo che non sia feticizzato o usato per la tattica del sangue”, ha detto alla pubblicazione. “In ‘Yellowjackets’ non siamo questi cannibali sexy seminudi. Stiamo solo sopravvivendo, e non lo vedi spesso, quindi è interessante quando lo fai.” Andando avanti, si spera che Purnell trovi ruoli ancora più inclusivi che celebrino cosa significa essere una donna.

Le voci sugli appuntamenti con Brad Pitt l’hanno resa “terrorizzata” e “imbarazzata”

 

Brad Pitt sorridente, Ella Purnell capelli biondi

Axelle/bauer-griffin/Getty & Gregg Deguire/Getty Images

Nel 2017, Ella Purnell si è trovata sotto un attento esame quando è stato riferito che aveva iniziato a uscire con Brad Pitt dopo che la sua relazione con Angelina Jolie era andata storta. Le accuse suggerivano che la coppia si fosse incontrata mentre Purnell stava lavorando al film di Tim Burton “La casa per bambini speciali di Miss Peregrine”. E quando si è trattato di scegliere il casting per la serie TV “Sweetbitter”, il produttore Pitt apparentemente ha lottato affinché Purnell vincesse il ruolo principale. Mentre queste voci sono state rapidamente dissipate dalla squadra di Pitt, che ha proclamato i resoconti dei tabloid come fabbricati mentre parlava con Insider, Purnell ha dovuto affrontare un’enorme reazione da parte del grande pubblico.

Discutendo dell’impatto che le false accuse hanno avuto su di lei, Purnell ha detto a The Independent: “Ero terrorizzato e davvero sconvolto. Mi sentivo come se non potessi uscire di casa, ero così imbarazzato”. Purnell si è trovata anche coinvolta nei commenti pubblicati su di lei sui social media, tutti estremamente negativi. Come ha spiegato alla pubblicazione, “Ho letto tutti i commenti che dicevano: ‘È una piccola stronza. È una cercatrice d’oro. Vuole diventare famosa. È una sfasciafamiglie.’ Nessuna persona diceva: ‘Vergogna a Brad per aver frequentato praticamente un bambino.'” All’epoca in cui circolarono le voci, Purnell aveva 21 anni, mentre Pitt ne aveva 53.

La star di “Fallout” ha contestato in particolare l’idea di essere stata scritturata nella serie Starz “Sweetbitter” solo a causa della sua presunta storia d’amore con Pitt. Tuttavia, dai pettegolezzi è emersa una reazione un po’ divertente, come ha detto Purnell a Vulture: “Mia nonna mi ha mandato un messaggio dicendo: ‘Congratulazioni!'”

Ha dovuto affrontare intense lettere di odio per il suo personaggio di “Army of the Dead”.

 

Ella Purnell L'armata dei morti

YouTube/Netflix

Dopo aver affrontato un forte contraccolpo a causa di false voci sugli appuntamenti che coinvolgono Brad Pitt, Ella Purnell era purtroppo fin troppo preparata a ricevere odio online da parte degli spettatori. Nel 2021, Purnell ha recitato in “Army of the Dead” di Zack Snyder, un film su una rapina a Las Vegas ambientato in un mondo infestato da zombi. L’attore ha interpretato Kate Ward, la figlia del personaggio di Dave Bautista, che si unisce a suo padre nella rapina. Purtroppo, la risposta al personaggio di Purnell è stata in gran parte negativa, con un Redditor che ha scritto: “Kate di ‘Army of the Dead’ è probabilmente uno dei peggiori personaggi che abbia mai visto in un film.”

Purnell non era immune dall’odio diffuso, raccontando a The Independent: “Sono arrivato al punto in cui non potevo pubblicare una foto senza che la gente commentasse: ‘Dovresti ucciderti’, ‘Sei un’attrice terribile'”. Di conseguenza, Purnell aveva bisogno di cambiare il modo in cui utilizzava i social media, in modo da limitare i danni che insulti, messaggi di odio e minacce potevano arrecare alla sua vita. Discutendo del suo nuovo approccio alla condivisione della sua vita online, Purnell ha spiegato a Crash: “Per molto tempo, i commenti meschini mi hanno buttato giù. Mi sentivo come se dovessi sopportarlo perché lo stavo chiedendo. In realtà, io’ Sono un essere umano come chiunque altro, quindi ho iniziato a bloccare le persone negative che mi insultano o mi oggettivano.”

Ha attraversato una fase emo/goth

 

Abito in pizzo nero di Ella Purnell

Dimitrios Kambouris/mg18/Getty Images

Anche se non tutte le celebrità hanno praticato la stregoneria, molte hanno attraversato una fase emo o goth ad un certo punto della loro vita. In un’intervista con Harper’s Bazaar UK, Ella Purnell ha parlato dei modi in cui il suo stile è cambiato man mano che è cresciuta, e il processo ha sicuramente incluso indossare molti vestiti neri. “Ero un maschiaccio e non mi importava davvero”, ha spiegato. “Penso che probabilmente mi vestivo meglio allora perché indossavo quello che volevo. Poi ho attraversato la mia fase emo/goth, e poi, dopo aver superato l’adolescenza, ho iniziato a interessarmi di più agli stilisti e alle grandi case di moda.”

La fase emo e goth di Purnell è probabilmente riconoscibile da molte persone, così come la decisione dell’attore di sperimentare il suo stile negli anni successivi. Durante la stessa intervista, Purnell ha rivelato di aver sviluppato un debole per l’abbigliamento vintage dopo la sua fase goth, cosa che l’ha portata a trovare un interesse più serio per la moda. Da allora, è diventata una presenza fissa nelle sfilate di moda e ha assunto il ruolo di ambasciatrice del marchio per Chanel. “Mi piace imparare cose nuove e andare agli spettacoli, mi ha completamente cambiato idea”, ha spiegato. “Pensavo che la moda fosse sciocca, e ora penso che possa essere una delle espressioni d’arte più pure.”

Ha un grave problema allo stomaco

 

Ella Purnell capelli biondi

Lia Toby/Getty Images

Pur rimanendo impegnata come attrice molto richiesta, Ella Purnell deve anche gestire un problema di salute che influisce su ciò che può mangiare. Essere scelta per la serie TV del 2018 “Sweetbitter” è stata particolarmente impegnativa per la star, poiché lo spettacolo a base di cibo richiedeva agli attori di mangiare una miriade di piatti insoliti. Durante un’intervista con Decider, Purnell ha rivelato: “Ho un problema di stomaco per cui non posso mangiare certi cibi, il che è davvero conveniente quando vieni scelto come protagonista in uno spettacolo gastronomico”. Ha continuato: “C’era una scena con le ostriche che è stata la scena più importante dell’intera stagione. Dicevano: ‘Devi mangiare un’ostrica.’ Pensavo ‘Se mangio un’ostrica, mi prenderò due settimane di ferie dal lavoro perché starò davvero male.'”

Nonostante abbia lavorato alla serie, ambientata in un ristorante di New York, per due stagioni, Purnell non ha acquisito alcuna conoscenza culinaria. “In realtà sono uno chef mediocre”, ha detto a Parade. Fortunatamente, Purnell è una grande attrice e ha convinto gli spettatori di essere molto più informata sul cibo di quanto non lo fosse nella vita reale.

Related Articles

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

Top